La letteratura crea legami, connessioni, insiemi. È un modo per conoscere il mondo. Finalmente la libreria può tornare ad essere quel luogo di lettura e di giusta vicinanza in cui nascono pensieri, si condividono relazioni, si fanno cose. A leggere si impara crescendo. Alle volte con i libri.

Così come dopo la nascita, per un lunghissimo periodo, dipendiamo in tutto e per tutto da chi si prende cura di noi per sopravvivere, allo stesso modo, il nostro sviluppo culturale ha bisogno di una intera comunità.

Abbiamo bisogno della cultura come dell’aria: per esistere come individui e come persone che appartengono a una società. La cultura ha infatti valore identitario: capiamo chi siamo e da dove veniamo grazie alla cultura. E questo valore identitario determina il nostro radicamento in una comunità.

Spesso si fa un uso strumentale dell’infanzia della quale si crea una narrazione che compiace gli adulti, ma che si dimentica dei bambini e delle bambine reali, dei loro bisogni, dei loro desideri, dei loro sogni e ambizioni. Di loro si parla come “cittadini di domani”, ma chi ci pensa ai bambini e alle bambine cittadine di oggi?

I laboratori 2022-2023 mettono insieme l’esperienza della natura e dell’arte in un programma di attività manipolative e sensoriali per scoprire la l’ambiente all’aria aperta, i colori e il ciclo delle stagioni. Ogni mese un laboratorio, ogni mese un colore. Scopri i prossimi laboratori in programma.

Settembre: invisibile come… Le bolle di consapevolezza

Giovedì 29 settembre ore 17:00

Grazie al respiro (e alle bolle di sapone!) svilupperemo consapevolezza e capacità mindfulness e impareremo a rilassarci. Annuseremo, soffieremo, dipingeremo con le bolle di sapone lasciandoci guidare nella pratica di respirazione da una storia tratta dal libro di Lavinia Costantino Diventare grandi con la mindfulness. Continua a leggere e scopri come partecipare.

Ottobre: arancione come… Il cielo dipinto dai raggi del sole

Giovedì 20 ottobre ore 17:00

Ottobre è il mese del foliage, il mese in cui assistiamo al cambio d’abito degli alberi che, deposta la livrea verde, indossano preziosi dettagli dorati. Anche il cielo si tinge d’arancio e, al tramonto, i rami degli alberi sembrano lunghi pennelli intenti a sfumare la luce e striare le nuvole. In questo laboratorio svolgeremo un lavoro collettivo di gruppo e individuale per osservare gli elementi naturali, comprendere il concetto di ciclicità delle stagioni, riprodurre ciò che si osserva. Ci serviranno: foglie, tante foglie, tempere e tappi di sughero. E buone storie, ovviamente. Continua a leggere e scopri come partecipare.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo Carrello è vuotoTorna allo shop