Il 2 ottobre si celebra la festa dei nonni.

Come tutte le giornate di festa più o meno comandate, capita sempre che ci siano due situazioni. Da una parte coloro che le amano e le aspettano, cogliendo l’occasione per condividere un pensiero, un momento della giornata, un piccolo regalo. Dall’altra, coloro che invece si sentono in difficoltà perché non hanno la possibilità di vivere in queste giornate il loro spirito di festa.

C’è chi i nonni non li ha, non li ha più, non li ha mai conosciuti o li conosce troppo poco. Per questo motivo, per la festa dei nonni, non abbiamo pensato non solo a dei libri da regalare ai nonni, ma a dei libri che hanno per protagonisti dei nonni che possono essere i nonni di tutti e chiedono solo di essere accolti e amati.

Il fatto è che non basta avere una manciata di geni in comune per definirsi famiglia. Per questo, spero che questo post possa essere utile e di ispirazione non solo a chi sceglie un libro da regalare a un nonno o a una nonna, ma a tutti quelli che, al di là e oltre ogni etichetta, sentiamo e riconosciamo come guide luminose, pozzi di risate, braccia forti e sicure. Siano essi o esse parenti, amici o favolosi personaggi del mondo letterario.

Buona lettura!

Albi illustrati per la festa dei nonni

Come nascondere un leone alla nonna

C’era una volta un leone che vive con una bambina che si chiamava Iris, ma quel week end sarebbe arrivata la nonna perché i genitori di Iris dovevano partire. Bisognava nascondere il leone, perché se le nonne trovano un leone in casa si spaventano. Ma forse non è solo Iris a nascondere un segreto, chissà cosa ci sarà nella valigia della nonna?

Per immaginare, ridere e fantasticare senza limiti, perché non tutte le nonne sono vecchiette indifese.

 

Barba di nonno

Sotto una barba lunga, folta e morbida, si nasconde una storia un po’ matta.
Due sorelline la accarezzano con dita curiose, scoprendo i personaggi recitare le loro avventure come dalla platea di un teatrino: il topolino, e un gatto, un tordo, un cane, una pulce, una lucciola, un sorriso.

Per giocare con le parole, le mani e i nodi della barba. Perché le filastrocche sono un magico gioco senza età.

 

Un giorno mio nonno mi ha donato un ruscello

Il ruscello è come un testimone che il nonno passa al nipotino, e che lo accompagnerà dai giochi e le paure dell’infanzia, ai fremiti e alle incertezze dell’adolescenza, fino alle scelte e alle sicurezze dell’età adulta. Quel bambino, sa far tesoro di quel dono e in ogni passaggio della vita, riconosce tra le acque, gli uccelli, i fiori, i colori del ruscello le tracce del passaggio di quel nonno, che da lontano gli sorride sornione e bonario, ora per sostenerlo, ora per spronarlo, ora per proporsi come complice di avventure tra le onde all’insaputa dei genitori. Un inno alla vita che scorre e attraversa le sue fasi senza mai fermarsi, proprio come un corso d’acqua.

Per una dichiarazione d’amore eterna, per una passeggiata insieme, per avere un ricordo da custodire per sempre.

 

Tempestina

A Stina piace andare a caccia di oggetti sospinti a riva dal mare: piume, legnette e strani barattoli, sono tutti tesori che aspettano soltanto di essere scoperti. Un tempo lento quello di Stina e del nonno, fatto di albe ovattate, caffè bollente e uscite in barca. Quella notta Stina è uscita a guardare la tempesta, ma è tutto così buio e orribile. Quando la nonno la ritrova al buio e spaventa non la sgrida, ma la prende in braccio e la rincuora spiegandole che “quando c’è una tempesta è meglio essere in due. E poi bisogna essere ben coperti, per andarle incontro”.

Per gli amanti della natura, collezionisti di tesori ed esploratori curiosi, per chi pensa che gli errori facciano parte del cammino, arricchendolo.

 

Il sentiero

La signora Tasso, ne ha viste di cose nella sua lunga vita e alcune le custodisce come ricordi preziosi sulla mensola della sua cucina. La sua casa si trova ai piedi di una piccola montagna e ogni domenica, la signora Tasso, si avvia lungo il sentiero e cammina fino in cima. Questa domenica, però, c’è qualcuno ad osservarla, un cucciolo di nome Lulù. È un po’ triste, vorrebbe tanto salire sulla montagna, ma è convinto di non farcela, è troppo piccolo. La signora Tasso non la pensa così, gli infonde coraggio, gli dà fiducia e gli prepara un bel bastone su cui appoggiarsi.

Per chi ha bisogno di una spinta di coraggio, una parola di conforto e uno sguardo capace di guardare lontano.

 

Billy e il misterioso tesoro del nonno

Billy e l’inseparabile amico e il suo compagno di avventure, il vermetto Giancarlo, si addentrano in una caverna seguendo una misteriosa mappa del tesoro, ma per sfuggire ad un terribile ragno gigante scoprono un forziere appartenuto al nonno di Billy. E il suo contenuto è il più prezioso di tutti.

Per chi ama l’avventura, le feste e stare con gli amici.

Un’estate dalla nonna

La nonna di Nico abita in una barca rovesciata, fa yoga e mangia solo alghe. Passeranno le vacanze insieme, su un’isola battuta dal vento e dalle onde tra esplorazioni tra le sceglie e avventure nella tempesta, tra la paura e la curiosità. Finché non dovranno rimboccarsi le maniche per salvare un pulcino infreddolito e spaventato, ma, per fortuna, la nonna sa perfettamente cosa fare.

Per lanciarsi all’avventura, con il coraggio e la fiducia di chi sa di essere amato.

 

Grande come il mare

Alì vive ai confini del deserto con la bisnonna, che ormai non riesce quasi più a camminare. La donna ha avuto una vita felice, ma non è mai riuscita a vedere il mare con i propri occhi. E ormai è troppo anziana… Così Alì parte, armato di secchiello, deciso a realizzare il sogno della bisnonna. Al suo ritorno si accorgerà di aver perso quasi tutta l’acqua strada facendo, eppure in quella singola goccia di mare rimasta è racchiuso tutto il suo amore.

Perché l’amore è fatto di piccole cose.

 

Pedala con me

“Metto le mani sul manubrio, guardo davanti a me, stringo i denti e mi lancio nuovamente in sella! La bicicletta cigola, barcolla… va avanti! Dietro di me, sento gli applausi della nonna. Le sue mani sono come due ali alle mie spalle”. Di storie in cui i nonni insegnano ai nipoti ad andare in bicicletta è pieno il mondo. Ma in questo libro c’è dell’altro, c’è la storia di come la nipotina abbia insegnato alla nonna ad andare in bicicletta a sua volta. Perché non è mai troppo tardi per volare.

Perché non c’è niente di più bello di costruire insieme un sogno.

 

Cuore di nonno

Ogni storia nasce da un cuore. Come dal cuore di un nonno e di un nipotino, nel cuore di una piccola casina, lassù, nel cuore delle montagne. Una storia poetica che sa di dichiarazione d’amore costruita attraverso il racconto dei momenti vissuti insieme e custoditi per sempre in un libro e nel cuore.

Per cogliere l’occasione di iniziare subito un diario dei ricordi futuri.

 

Il trattore della nonna

Una storia confortante perché ha tutto quello che ci si aspetta: una casa in campagna che profuma di torte appena sfornate e bucato pulito, piena del cinguettio degli uccelli, del cigolìo e del rombo del motore del trattore. Solo che nella straordinaria normalità di questo libro è la nonna che ripara macchine e motori e il nonno che maneggia uova, farina e sapone.

Per tutti quelli che sanno quanto siano pericolosi e dannosi stereotipi e luoghi comuni.

 

Scegli il tuo nonno letterario

 

La mia vita dorata da re

Sigge si è appena trasferito a Skärblacka dove lui, la mamma e le sorelline sono andati vivere nel “The Royal Grand Golden Hotel”, una pensione di proprietà della nonna Charlotte. Il trasferimento è per Sigge l’occasione di cominciare una nuova vita e diventare finalmente popolare, cioè amato da tutti. Ma sarà la nonna, una tipa stravagante che veste tutine di paillette, sfoggia rossetti e scintillanti e bracciali tintinnanti e partecipa senza paura a spericolate gare automobilistiche, a spiegargli che i veri amici sono quelli che ci apprezzano per quello che siamo davvero. Età: 10+

Per tutti quelli che preferiscono essere sé stessi, invece che essere come vogliono tutti.

 

Mio nonno gigante

La famiglia Brodino è riunita a tavola per la colazione, manca solo il nonno che stranamente è rimasto in camera. Nessuno sembra interessarsene troppo, fino a quando la mamma si alza e con un urlo richiama tutti: il nonno è diventato un gigante, peccato che lui non se ne renda conto e, come se nulla fosse, se ne va in giro mettendo in allarme la città! Età: 7+

Per tutti i lettori alle prime armi che stanno sperimentando la lettura in autonomia e cercano una storia divertente.

 

Sai fischiare, Johanna

È la storia di due bambini, Ulf e Berra, amici e compagni di giochi. Ulf ha un nonno, con il quale può giocare, dal quale riceve una paghetta e dei bei regali, mentre Berra non ce l’ha, ma vorrebbe averne uno, così chiede aiuto ad Ulf che ha un’idea. Insieme si recano in una casa di riposo dove conoscono il vecchio signor Nils, che è solo e non vede l’ora di avere un nipotino e accetta così subito di diventare il nonno di Berra. I due diventano così da quel giorno inseparabili e Berra, sempre accompagnato dal suo caro amico Ulf, torna spesso alla casa di riposo a trovare il signor Nils e trascorro il tempo insieme serenamente tra giochi, avventure e forti emozioni, come quella di costruire insieme un bell’aquilone e di riuscire a farlo volare. Età: 8+

Per tutti quelli che un nonno non ce l’hanno e desidererebbero averne uno più di ogni altra cosa.

 

Mio nonno era un ciliegio

Questa è la storia di Tonino, di suo nonno Ottaviano e di un ciliegio. Il ciliegio si chiama Felice ed è stato piantato per festeggiare la nascita di Felicità, la mamma di Tonino. Da qual momento è diventato un membro di famiglia, l’albero dei giochi della madre e poi del figlio durante l’estate in cui si rompe una gamba. Un’estate trascorsa in campagna con il nonno. Un’estate che Tonino ricorda come la più bella della sua vita. Età: 10+

Per tutti coloro che custodiscono il ricordo di una persona amata: perché non si muore finché qualcuno ti vuole bene. Chi ci lascia non si vede, si trasforma in qualcos’altro: in un albero, in album dei ricordi, in un brivido nel cuore.

 

Le streghe

Le streghe sono in mezzo a noi. Non quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma quelle elegantissime, somiglianti a certe signore che probabilmente già conoscete. Come fare a individuarle? Bisogna stare attenti a chi porta sempre i guanti, a chi si gratta la testa, a chi si toglie le scarpe a punta sotto il tavolo e a chi ha i denti azzurrini, perché tutto ciò serve a nascondere gli artigli, i crani calvi, i piedi quadrati, la saliva blu mirtillo. Lo sa bene la nonna di Charlie che dopo essere riuscita a sottrarsi alle grinfie delle streghe quando era bambina, fa di tutto per salvare il nipote. Coraggiosa, determinata, pronta a tutto. Età: 10+

Per tutti quelli che non hanno paura di affrontare creature spaventose e sono pronti a fare di tutto per aiutare i propri  cari.

 

Il nonno che aggiustava i sogni

Michael deve trasferirsi da New York, insieme ai genitori, a Gerusalemme a causa delle condizioni di salute del nonno Rafael. Micheal scopre un uomo pieno di sorprese e in grado di aggiustare praticamente qualsiasi oggetto. Ma c’è di più, Micheal ha la sensazione, mano a mano sempre più vivida, che il nonno percepisca i suoi sogni. In un certo modo gli sembra anche che il nonno riesca a trasformarli in realtà perché la percezione di averli vissuti davvero è sempre più nitida. Età: 10+

Per tutti quelli che amano sentirsi raccontare le storie del passato della propria famiglia, sfogliare un album di ricordi, desiderano condividere i propri sogni.

 

Mio nonno è una bestia

Tutto sembra scorrere placidamente e serenamente nella vita di Marta e della sua famiglia. Almeno finché non arriva Constant, nonno paterno che finora nessuno aveva mai conosciuto, che getta scompiglio e rivoluziona ogni abitudine, ma porta anche con sé un nuovo modo di vedere le cose. Età: 8+

Per chi sogna una ventata di allegria e di nuovo nella propria vita, per chi non ha paura di cambiare, per chi ha bisogno di ridere.

 

Magarìa

A Lullina piace moltissimo passeggiare con il nonno e ascoltarlo mentre racconta storie incredibili inventate apposta per lei. Ma un giorno il nonno si accorge che la sua piccolina è distratta e pensierosa e quando le chiede cosa non va lei confessa: tutto dipende da un sogno, il più bizzarro e stravagante che abbia mai fatto. “Magarìa” in dialetto siciliano vuol dire proprio questo: incantesimo, magia. Età: 8+

Per tutti quelli che hanno la fantasticano ad occhi aperti, che non hanno paura di ritrovarsi protagonisti di un romanzo e prendere in mano la penna per scriverne il finale.

 

Cuori di waffel

Questa è la storia di amicizia tra Lena e Trille, una storia che profuma di brezza salmastra, libertà e spensieratezza. Le avventure di un’estate che li vede provare le cose più assurde, pericolose e vietate. Intorno a loro adulti presenti e complici, come il nonno di Trille, sempre pronto ad accompagnarli con la sua motocicletta, e la zia-nonna, che cucina golosi waffel, sprizzando ironia e perle di saggezza. Età: 8+

Per tutti quelli che hanno sempre sognato i avere un nonno un po’ matto e una nonna che sappia cucinare divinamente.

0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo Carrello è vuotoTorna allo shop