duecentosettantuno giorni di occupazione nazista, migliaia di caduti civili e militari, quasi quattromila partigiani inquadrati nelle organizzazioni armate di pci, psiup e pda, centinaia di azioni di guerra e sabotaggio compiute quotidianamente. questa è stata la resistenza a roma: una guerriglia urbana di nove mesi organizzata dai reparti d’avanguardia delle forze antifasciste, i gap e le sac, e resa possibile dall’appoggio della popolazione civile. la ricostruzione documentale degli eventi che l’autore offre, svincolata dalla retorica celebrativa, restituisce non solo il contesto storico in cui nacque la guerriglia nella città ma soprattutto le sue contraddizioni, i suoi slanci, i suoi limiti e la sua necessità militare, politica e morale. le drammatiche vicende della «città aperta», iniziate con i seicento caduti a porta san paolo e chiuse dalla strage di la storta, furono caratterizzate da una guerra partigiana che rifiutò l’ordine nazista su roma e fece della resistenza armata la leva storica «costituente» in grado di conferire ai cittadini un nuovo protagonismo all’interno della sfera pubblica, facendo della guerriglia urbana una delle radici fondamentali della repubblica.

guerriglia partigiana a roma. gap comunisti, gap socialisti e sac azioniste nella capitale 1943-’44

COD: 9788896487587 Categoria:

30,00

duecentosettantuno giorni di occupazione nazista, migliaia di caduti civili e militari, quasi quattromila partigiani inquadrati nelle organizzazioni armate di pci, psiup e pda, centinaia di azioni di guerra e sabotaggio compiute quotidianamente. questa è stata la resistenza a roma: una guerriglia urbana di nove mesi organizzata dai reparti d’avanguardia delle forze antifasciste, i gap e le sac, e resa possibile dall’appoggio della popolazione civile. la ricostruzione documentale degli eventi che l’autore offre, svincolata dalla retorica celebrativa, restituisce non solo il contesto storico in cui nacque la guerriglia nella città ma soprattutto le sue contraddizioni, i suoi slanci, i suoi limiti e la sua necessità militare, politica e morale. le drammatiche vicende della «città aperta», iniziate con i seicento caduti a porta san paolo e chiuse dalla strage di la storta, furono caratterizzate da una guerra partigiana che rifiutò l’ordine nazista su roma e fece della resistenza armata la leva storica «costituente» in grado di conferire ai cittadini un nuovo protagonismo all’interno della sfera pubblica, facendo della guerriglia urbana una delle radici fondamentali della repubblica.

Esaurito

Carrello

LOTTA NON È UNA LIBRERIA, MA LA TUA LIBRERIA!

I libri, i giochi e le altre cose belle di Lotta sono scelti quasi interamente nei cataloghi delle piccole e medie case produttrici. Non c’è il punto di vista di un unico catalogo, ma tanti punti di vista diversi e originali, che combattono stereotipi, ci fanno sentire liberi di esprimere la nostra personalità senza temere giudizi o confronti, stuzzicano la curiosità di conoscere e sperimentare.

Restiamo in contatto?

Iscriviti alla newsletter e ogni mese ti mandiamo consigli di lettura, le novità dal blog, le anteprime delle nuove uscite e gli sconti quando li facciamo.

Il punto non è leggere, ma amare la lettura. Ti unisci a noi?

Lo sai che abbiamo anche un podcast?

Da oggi puoi scoprire nuovi libri anche ascoltando i nostri podcast! Letture fatte a mano: per ogni libro presentato nei gruppi di lettura un nuovo episodio da ascoltare.
Pezzettini è il podcast dei ragazzi e delle ragazze del Bibliopoint Lucas: ci ritroviamo una volta al mese, presentiamo tre libri e ne scegliamo uno da leggere insieme.
0
    0
    Il tuo carrello
    Il tuo Carrello è vuotoTorna allo shop